SALSICCIA BOVINA DI BRA

 

“Sautissa ëd Bra”, questo il nome piemontese originario e tradizionale con cui in dialetto veniva e viene tuttora chiamato questo straordinario ed eccellente prodotto nato e cresciuto nelle salumerie e macellerie braidesi. 

bra salumificio sapienza bra salsiccia di bra distribuzione piemonte.png

Creata in origine senza utilizzare il grasso suino, in quanto destinata principalmente all’importante comunità ebraica presente a Cherasco che, per motivi religiosi, non poteva consumare insaccati a base di carne suina, questo tipo di salsiccia acquisì talmente tanta importanza che un decreto Regio del 1874 autorizzò i macellai di Bra a utilizzare la carne bovina per la sua produzione fresca, cosa assolutamente proibita nel resto del Paese. 

Nel tempo, il consumo di questa salsiccia subì una notevole evoluzione che portò chi la produceva a sperimentare nuove tecniche di preparazione, fino a giungere a quella più conosciuta e apprezzata tutt’oggi: una fusione di carni magre di bovino e grasso suino, rigorosamente provenienti da allevamenti piemontesi, che non necessita di stagionatura e consente quindi il consumo tutto l’anno, potendola mangiare sia cotta che cruda, al suo stato più fresco. 

Oggi la salsiccia di Bra, conosciuta e apprezzata ben oltre i comuni della provincia di Cuneo, è considerata

Un vero e proprio patrimonio di questa città piemontese

Mario Sapienza, produce, distribuisce e commercializza all'ingrosso in tutta la Regione questo regale prodotto con il proprio nome e attraverso il proprio marchio.